Image Alt

Paesini fantasma, Laghi e Castelli

Paesini fantasma, Laghi e Castelli

/ per person
(0 Reviews)

In questa fantastica vacanza in Irpinia all’insegna del relax e della meditazione vi proponiamo un soggiorno in un’antica masseria immersi in uno dei paesaggi più belli di questo vasto territorio verde.

Siamo sul confine tra Campania e Lucania, nelle terre amate dai briganti in rivolta contro i Savoia.

Ammireremo le montagne del Vulture con i famosi laghi e il Monastero di San Michele.

E’ un posto perfetto per godere del profumo del fieno tagliato e per dedicarsi alla meditazione. Ma senza oziare troppo…ci aspettano paesi e paesaggi!

C’è un borgo, irto su un colle, che sembra piantato su un meteorite. Si chiama Cairano ed è un borgo biologico; oggi ha meno di 300 abitanti.

Vinicio Capossela gli ha dedicato un libro e un film, “Il paese dei Coppoloni”.

Qui si può meditare in un perfetto silenzio, salendo attraverso vicoli in un percorso che potrebbe definirsi di guarigione; in alto, nelle giornate di vento, suona un organo a canne, unico al mondo.

Da qui si gode di un’ampia vista sulla valle dell’Ofanto e sulla catena appenninica dei Monti Picentini.

Dalla Masseria di Calitri si partirà per fare esperienze alla Cheese Academy e a Serrocroce, rinomato birrificio artigianale, visitando ameni paesini immersi nel verde: Monteverde e Aquilonia dove si attraversa un paese fantasma.

Si sconfina nella vicina Basilicata, fino a Melfi, luogo del Castello di Federico II e, a pochi km da lì si giunge ai laghi di Monticchio per una gita in barca o per concedersi un giro su una carrozza trainata dai cavalli.

Cosa è incluso?

6 Borghi in Irpinia (AV)
4 notti in Camera Doppia
Drink di benvenuto
4 Colazioni
2 Degustazioni; 1 Pranzo; 3 Cene
3 Guide esperte

Cosa non è incluso?

Spostamenti da effettuarsi con mezzi propri
Quanto non specificato in ``Cosa è incluso``
4 giorni e 3 notti

Tour Plan

1

Giorno 1 - Calitri

11:00 - 14:00 | Chek-in  Arrivo nel Borgo di Calitri e check-in alla reception della masseria-agriturismo “A un tiro di schioppo”. È previsto un aperitivo di benvenuto per gli ospiti.
15:30 – 19:00 | Visita al Borgo di Calitri Conosceremo subito Calitri, il paese natio di Vinicio Capossela, e famosa “città della ceramica”. E’ un luogo ricco di storia, con un centro abitato formato da tante gradinate, dove molti inglesi hanno comprato casa. Si salirà sugli spalto del Borgo Castello e poi si raggiungerà il punto panoramico di Santa Lucia, dove si potrà ammirare il paese-cartolina. Calitri è detta la Positano d’Irpinia..
20:00 | Cena al ristorante "La Gatta Cenerentola" Tra i vicoletti di Calitri, in una grotta, Filomena ci farà gustare le famose ‘Cannazze’, la pasta al ragù tipica dei momenti di festa calitrana. Ci si potrà concedere un buon bicchere di vino aglianico del Vulture che potrà ben introdurre le meditazioni notturne.
2

Giorno 2 - Aquilonia e Monteverde

9:00 | Colazione e passeggiata Dopo la colazione alla Masseria, una breve passeggiata nei meravigliosi campi, aria pulita e relax.
10:00 - 13:00 | Esperienza al Birrificio “Serrocroce”, Monteverde (Av) Toccheremo con mano le materie prime che si utilizzano per preparare la birra in un rinomato birrificio artigianale; la coltivazione degli ingredienti naturale è all'interno dell’azienda. Percorreremo l’intero ciclo di produzione e assaggerai il frutto del lavoro respirando a pieno i luoghi, le idee e la visione che hanno ispirato la nascita di Birra Serrocroce.
13:30 – 15:00 | Pranzo Si può pranzare al ‘Ristorante Al Giardino’, a pochi minuti di auto, nel centro di Monteverde.
15:30 - 17:30 | Visita libera al Borgo di Monteverde (Av) Monteverde (Av), in alto sullo spartiacque tra Campania e Puglia. E’ un piccolo paese di recente certificato ‘accessibile’, cioè senza barriere per i portatori di disabilità. E’ classificato tra i più bei borghi d’Italia. Ci si può perdere tra i vicoli oppure visitare il Castello, lassù in alto e meditare sui segnali di luce che di notte correvano tra i castelli per segnalare le incursioni nemiche…
18:00 – 19:00 | La Città fantasma di Carbonara, Aquilonia (AV Sulla strade del rientro, dopo aver superato il bel lago di Monteverde, si potrà fare una sosta tra i ruderi del paese fantasma dell’antica città di Carbonara, fondata sulle tracce dell’antica città osca e teatro della celebre battaglia del 293 a.C. che vide contrapposti sanniti e romani.
20:30 | Cena nella Masseria-agriturismo “A un tiro di schioppo” Un’appetitosa cena ci aspetta a ‘casa’, nella Masseria-agriturismo, accolti e coccolati dai proprietari che producono in proprio anche miele, grano saraceno e ortaggi. Possibilità di cenare all'aperto e di sdraiarsi poi su una balla di fieno a guardare le stelle. Siamo in aperta campagna e non vi sono disturbi luminosi.
3

Giorno 3 - Cairano e Calitri

9:00 - 13:00 | Visita al Borgo di Cairano (AV) Si visita il piccolo borgo (300 abitanti) percorrendo il “Sentiero arcaico”, segnalato e con 10 stazioni di sosta poetica. Si parte dalla strada delle ‘grotte del vino’, si passa nella ‘piazza-teatro’ e si arriva in cima alla “Rupe”, dove, se si è fortunati, si potrà ascoltare l’organo a canne suonato dal vento. E’ un luogo perfetto per ammirare un vasto panorama e per meditare sulla bellezza del creato.
13:30 – 15:00 | Pranzo a Cairano Il pranzo sarà preparato su misura, in loco; assaggeremo almeno 7 pietanze tipiche di questo antico borgo. Pensate che qui, 3.000 anni fa, è nata la civiltà di Oliveto-Cairano, detta della “Foss-cultur”. Importanti ritrovamenti archeologici sono sulla Collina del Calvario.
17:30 - 20:00 | Esperienza alla “Cheese Academy” di Calitri (Av) Nel pomeriggio, sulla strada del ritorno, ci aspetta la “Cheese Academy” per un’esperienza immersiva sulla preparazione e sulla stagionatura dei formaggi. Degustazione del tipico caciocavallo calitrano e dei rinomati formaggi erborizzati dei fratelli Di Cecca. E con interessante abbinamento di vini.
20:30 | Cena Cena in uno dei tanti rinomati ristoranti del centro di Calitri, tutti di eccellenza. Oppure una tisana calda al rientro nella Masseria, dove, dopo i ‘fatti’ raccontati da Nicolina e Antonio, ci aspetta la meditazione serale sotto le stelle..
4

Giorno 4 - Melfi e Monticchio

9:30 - 12:30 | Melfi (Pz), Basilicata Si percorrono strade statali e rurali sulle tracce dei briganti in direzione di Melfi (Pz), in Basilicata. Ci aspetta il meraviglioso Castello costruito su un colle da Federico II, imperatore illuminato che qui ha scritto le Constitutiones nel XIII sec. Nel Museo potremo ammirare, tra migliaia di interessanti reperti, soprattutto la tomba di Rapolla.
13:30 – 15:00 | Pranzo Si può pranzare in uno dei ristoranti di Melfi. Si consigliano: -Jeans Entertainment; -Ristorante Pizzeria Da Mario; -Sole Di Mezzanotte; -Miseria e Nobiltà Spaghetteria e Ristorante.
15:30 - 18:00 | Laghi di Monticchio. Da Melfi, seguendo le indicazioni per Monticchio, si arriva ai due laghi di origine vulcanica; sono uno spettacolo della natura, immersi nella folta vegetazione. Un trekking circumlacuale o sdraiati sulle rive del lago? Oppure una gita in barca o un giro sulla carrozza trainata dai cavalli? Decidete voi. Consigli troppo turistici? Allora vi consigliamo di salire solitari in prossimità dell’antica Abbazia di San Michele dove, dall’alto, si ammira lo spettacolo dei laghi così come era visto dai monaci eremiti che qui hanno abitato fino a qualche decennio fa.
20:30 | Cena nella Masseria-agriturismo “A un tiro di schioppo” Una lauta cena di commiato dalla verde terra d’Irpinia ci aspetta nella nostra Masseria-agriturismo. Possibilità di cenare all'aperto e di sdraiarsi poi su una balla di fieno a guardare le stelle. Con un calice di buon vino aglianico del Vulture.
Masseria-agriturismo "A un tiro di schioppo"
La Masseria si trova al centro di un'appezzamento di diversi ettari di superficie, ciò permette di avere a disposizione degli ampi spazi per svolgere tutte le attività a disposizione degli ospiti.
Dalla terrazza panoramica si può godere della splendida vista sul Piano dell'Olmo e sui borghi circostanti; la pergola, estensione della masseria, costituisce un'oasi di relax in tutte le stagioni ed è collegata all'uliveto e al grande prato che ospita anche l'area giochi per i bambini.
L'orto biologico situato sempre di fronte all'ingresso è completamente a disposizione degli ospiti per la raccolta e la preparazione dei prodotti della terra che esso offre.
Questi ambienti sono stati forniti di tutti i comfort e servizi, riarredati con mobili antichi restaurati, della fine del secolo XIX e dei primi del secolo XX; il pavimento è in cotto di produzione artigianale locale, così come le maioliche che rivestono la parete della cucina, fornita di piano cottura, frigorifero, lavastoviglie e che si basa sulla cucina tradizionale calitrana.

Register Now!

Join the SetSail community today & set up a free account.